mai dimenticare di respirare

1 aprile 2009

ci sono quelle giornate lunghe, che sembrano non finire mai.
passa un giorno e non ricordi neanche che cosa avevi mangiato.
giornate troppo lunghe. troppo.
non ci si spiega il perchè.
immagini che punzecchiano il palato.
sensazioni di flebile risata.
no, non era una risata
era un urlo spezzato dalla mancanza di voglia.
manca la voglia per fare anche le cose basilari
come per respirare.
come per prendere fiato.
aria viziata.
sporca.
malsana.
sostanzialmente tu qui dentro sei l’eterno fallito
quindi fattene una ragione
se tutti gli altri arrivano leggendoti una pergamena
senza fine
con un successo dietro l’altro.
non è colpa tua, sei solo vittima di una dimenticanza della natura.
o forse è normale.
gli occhi perdono le pupille.
non serve guardare
quando gli occhi non vedono ciò che c’è da vedere.
"sveglia, sveglia, presto. non c’è più il tempo"
sarà questo il messaggio di un domani
e allora li riderai
e riderai così tanto
che il tempo per paura di divertirti troppo tornerà
a tormentarti sul cuscino delle mezze verità.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: