Non si deve mai credere ad ogni stimolo che si riceve.
Solo agli impulsi.

V. Carrubba e l’introspettività oggettiva.